Chiudi
Cerca nel sito:

Rimedi contro le zanzare in giardino, le soluzioni green

RImedi naturali contro le zanzare: una zanzara tigre
Condividi l'articolo

Quando udiamo quell’inconfondibile ronzio perdiamo la calma e ci iniziamo a guardare attorno, circospetti. Il prurito delle bolle che ci causano, con una loro puntura, ci infastidisce a lungo e, spesso, non ci dà tregua, a meno che non decidiamo di grattarci senza ritegno. C’è poi la questione legata alle malattie di cui sono potenziali vettori, che non dobbiamo sottovalutare. Come possiamo difenderci da queste piccole, ma tremende, creature alate che insidiano le nostre estati sempre più lunghe? Vediamo, nelle righe seguenti, quali siano i migliori rimedi contro le zanzare in giardino. Elencheremo alcune soluzioni interamente naturali per tenere lontani questi fastidiosi ditteri dalla nostra pelle e dal nostro sangue.

Può interessarti anche: “Bucato ecologico: quali sono le regole da seguire?

Un’invasione di zanzare

Per molti di noi, specialmente quelli che non amano troppo la stagione calda, le zanzare somigliano molto più a un incubo che a un insetto. A causa del surriscaldamento globale e del cambiamento climatico, di cui il nostro Paese è già vittima, come vediamo con sempre maggior frequenza, possiamo contare ben 60 differenti specie di zanzare soltanto in Italia. Tra queste, le più fastidiose sono la zanzara tigre (Aedes albopictus); la nostrana Culex pipiens; la giapponese Aedes japonicus japonicus, le cui uova tollerano il gelo e non necessitano di acqua per sopravvivere e, da ultima, ma soltanto in ordine di tempo, la coreana Aedes koreicus, sempre più a suo agio lungo lo Stivale, da Nord a Sud.

La proliferazione di questi ditteri non si deve soltanto al clima. Le zanzare hanno infatti perso numerosi predatori naturali. Rondini e pipistrelli sono sempre più rari nelle nostre città, e lo stesso discorso vale per i gechi. Anche le libellule si tengono lontane dai nuclei cittadini, ricchi di smog e inquinamento. I ragni invece, li cacciamo noi stessi, eliminando le loro ragnatele perché brutte e sporche. Per tal motivo, le zanzare hanno sempre meno nemici naturali e possono diffondersi senza alcun freno. A causa di ciò, ogni estate spadroneggiano incontrastate e, spesso, sopravvivono a lungo anche in autunno oppure inverno, dal momento che il clima non è più rigido.

Rimedi contro le zanzare in giardino: una zanzara sulla pelle di un braccio
Le zanzare hanno perso numerosi predatori naturali e sono sempre più diffuse nel nostro Paese

Naturali rimedi contro le zanzare in giardino

Per tenerle lontane, il primo rimedio contro le zanzare in giardino è, naturalmente, quello di evitare i ristagni d’acqua che sono incubatori naturali per le uova dei ditteri. Facciamo uso di sottovasi della giusta misura e accertiamoci che non sporgano di più di un centimetro, così da riassorbire velocemente l’acqua che vi si depositi. Facciamo attenzione a bottiglie e posacenere e cambiamo l’acqua di cani e gatti due volte al giorno, nel caso in cui non la bevano tutta. I pesciolini sono preziosi alleati, in quanto sono golosi di uova e larve di zanzara. Le specie migliori sono i carassi (tipici pesci rossi da acquario o fontana) oppure le gambusie americane, che già negli anni ’20 hanno combattuto un’epidemia di malaria.

Zanzare choosy

Diversamente da quanto si potrebbe pensare, i ditteri non pungono a caso, bensì hanno delle preferenze, dei gusti specifici per così dire. Innanzitutto, prediligono le persone appartenenti al gruppo sanguigno 0. In mancanza di esse, si fiondano su sportivi, su chi traspiri molto o su chi abbia un tasso elevato di colesterolo nel sangue. Secondo quando stabilisce un interessante studio della Washington University di Seattle, poi, sarebbero attratte da rosso, arancione, nero e azzurro mentre non gradirebbero granché verde, viola, blu e bianco.

Caffè, cannella e olio di neem

Le femmine di zanzara, ovvero quelle che pungono poiché il maschio è meno aggressivo e non ha bisogno di sangue per mantenere calde le uova, amano ripararsi all’ombra delle piante, sul terreno umido. Spargiamo dunque fondi di caffè o cannella in queste zone, dal momento che il loro odore tiene i ditteri lontani poiché lo ritengono troppo forte.

Tra i larvicidi biologici, scegliamo l’olio di neem, utile sia come repellente sia come larvicida. Non è selettivo né inquinante, per cui si può spargere sotto le piante e lasciarlo agire come disinfestante. Ogni due settimane, è bene agire sui pozzetti, facendo uso di batteri come il Bacillus thuringiensis, il quale uccide le larve ma non avvelena la falda.

Scegliamo la natura nei rimedi contro le zanzare in giardino

La citronella e gli altri olii essenziali a base di limone (o lemon grass) hanno un’efficacia comprovata contro adulti e larve e possono dunque tenere i ditteri lontani. Anche l’olio di lavanda è un potente repellente e sa disorientare le zanzare, impedendo loro di avvertire il richiamo del nostro ph e avvicinarsi con intenzioni moleste. Possiamo servirci sia dell’unguento, spalmandocelo addosso, sia della pianta.

Le piante aromatiche hanno un’elevata efficacia nel tenere lontane le zanzare. Le specie più utilizzate, a questo riguardo, sono il basilico sacro e la mentuccia romana. Fiori come tulbaghia, elicriso, lantana e tagete sono utili contro ditteri e mosche. È difficile quantificare quanto vasto sia il loro diametro d’azione ma è stato dimostrato, in botanica, come gli insetti soffrano questi odori forti e pungenti.

Può interessarti anche: “La playlist green: le 20 canzoni sull’ambiente da ascoltare

Condividi l'articolo
Mattia Mezzetti

Ultime Notizie

Cerca nel sito