Chiudi
Cerca nel sito:

L’orto sul tetto “alimenta” il condominio

Torri Aler
Condividi l'articolo

A Milano il progetto di riqualificazione delle Torri Aler di Via Russoli secondo criteri di sostenibilità economica e di socialità garantirà l’autosufficienza alimentare degli inquilini per frutta e verdura.

Un orto sul tetto di 3.500 metri quadri che garantiranno l’autosufficienza alimentare degli inquilini in termini di frutta e verdura. È uno degli aspetti più innovativi del progetto di riqualificazione riguardante le Torri Aler (la società che gestisce le case popolari) di via Russoli a Milano, nella zona Sud della città, tra la fermata della metropolitana di Romolo e quella di Famagosta. Si tratta di un progetto urbanistico di riqualificazione degli edifici per destinarli alle famiglie in difficoltà del capoluogo lombardo. I lavori sono partiti a giugno e dureranno un paio di anni, per un valore complessivo di 8 milioni di euro.

Una riqualificazione per la socialità e l’economia sostenibile

Il bando per l’assegnazione dei lavori di riqualificazione, avviato nel 2016, è stato affidato all’architetto Tiziana Monterisi, specializzata in progettazione naturale. Il progetto prevede interventi di bonifica dall’amianto, con la realizzazione di una cappottatura in paglia destinata a sostituire il materiale inquinante. Sulle quattro torri, pannelli di rivestimento produrranno acqua calda e riscaldamento. Inoltre, sempre sul fronte energetico, è in programma la sostituzione delle cucine a gas con impianti a piastre elettriche e l’eliminazione degli scaldabagni, che lasceranno il posto a un’unica centrale elettrica alimentata dal sole. I tetti diventeranno luoghi di condivisione e socialità, con l’installazione di panchine, la realizzazione di spazi per il relax e per gli eventi culturali, l’impianto di orti e di arnie. Sui tetti bassi è prevista la piantumazione di piccoli alberi da frutta, affidati alla cura della Cooperativa “Opera in Fiore” della Barona, che aiuterà gli inquilini che vorranno cimentarsi a coltivare gli orti e goderne i frutti. La realizzazione dello spazio verde sul tetto è finanziata al 35% da fondi europei, mentre il restante 65% arriverà da vari sponsor. I lavori sul complesso delle case popolari è l’inizio di una riqualificazione del quartiere Barona, che prevede anche la sostituzione delle lastre rotte dei cortili e l’installazione di sbarre elettriche per l’accesso ai parcheggi sotterranei.

Torri Aler

Condividi l'articolo
Redazione

Ultime Notizie

Quanto è green la spesa pubblica?
SPESA PUBBLICA
Quanto è green la spesa pubblica?

Presentati i dati dell’Osservatorio Appalti Verdi sul monitoraggio della spesa pubblica orientati ai criteri di sostenibilità. Qualche passo in avanti e tante difficoltà, in un...

Cerca nel sito