Chiudi
Cerca nel sito:

Soluzioni basate sulla natura per migliorare sostenibilità e resilienza

nature based solutions
Condividi l'articolo

Sempre più gettonate nel dibattito sulle politiche di sviluppo sostenibile e di rigenerazione urbana, le nature based solutions vengono sperimentate in tutto il mondo per migliorare la resilienza dei territori e contrastare il cambiamento climatico. E la Ue vuole posizionarsi come leader nell’innovazione naturale.

Imparare dalla natura e dai suoi meccanismi per tutelarla e tutelarci. Le soluzioni basate sulla natura (nature based solutions) sono sempre più gettonate, almeno a parole, per incrementare la resilienza dei territori, le politiche di sviluppo sostenibile e di adattamento al cambiamento climatico, la nostra sopravvivenza. Sono all’ordine del giorno nei dibattiti sulla rigenerazione urbana e l’edilizia, la siccità e la gestione delle risorse idriche, la pianificazione territoriale e costiera, le politiche di mitigazione del rischio idrogeologico e climatico.

Cosa sono le nature based solutions

La prima a dare una definizione di nature based solutions, 20 anni fa, e poi a svilupparne lo standard global a garanzia di un corretto utilizzo, è stata l’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN), che le definisce “azioni per proteggere, gestire o ristrutturare gli ecosistemi in modo sostenibile, che forniscono vantaggi per il benessere umano e per la biodiversità”. Soluzioni alle sfide globali il cui potenziale è attualmente sottoutilizzato. Per questo la IUCN fornisce strumenti e supporto sul campo per aiutare i Governi, le comunità, le imprese e le organizzazioni non governative a implementare nature based solutions ambiziose ed efficaci.

I progetti internazionali che sviluppano le nature based solutions

Il World Urban Forum, la conferenza mondiale sull’urbanizzazione sostenibile che si è tenuta a fine giugno a Katowice in Polonia, è stata l’occasione per presentare diversi esempi pratici di progetti internazionali, che implementano nature based solutions nelle città di tutto il mondo per ottenere benefici ambientali, sociali ed economici. Come le esperienze maturate per rispondere ai problemi di inondazioni e di calore a Breslavia, in Polonia, dove sono stati progettati e ristrutturati nel quartiere di Olbin una serie di parchi tascabili e una strada verde, realizzando rogge e giardini pluviali per assorbire l’acqua nel terreno. O le soluzioni sviluppate a Dortmund, Zagabria, Torino, Cluj-Napoca, Zenica, Cascais, Ningbo e Pireo nell’ambito del progetto europeo ProGIreg per promuovere la rigenerazione post-industriale di alcune aree con la partecipazione dei cittadini e la realizzazione di fattorie e orti urbani su base comunitaria, corridoi, pareti e tetti verdi. Ma anche il progetto pilota Al-Zohour Green Triangle realizzato ad Amman per far fronte ai problemi di legati alle inondazioni improvvise, parte di un progetto più ampio di UN-Habitat Giordania. O la crescita delle foreste urbane a Pechino per combattere l’inquinamento atmosferico e l’effetto isola di calore, misura che rientra nel progetto Clearing house, che vede amministrazioni comunali e ricercatori cinesi ed europei coinvolti nella sperimentazione di foreste urbane su varia scala.

La Ue leader nell’innovazione legata alla natura

L’ambizione dell’Unione europea è quella di posizionarsi sui mercati mondiali come leader dell’innovazione legata alla natura, per realizzare società più sostenibili e resilienti. E le nature based solutions rappresentano il principale supporto alla realizzazione delle priorità politiche europee, in particolare il Green Deal europeo, la strategia per la biodiversità e la strategia per l’adattamento al clima, perchè forniscono benefici ambientali, sociali ed economici e al tempo stesso contribuiscono a costruire ecosistemi e comunità resilienti. Per avere successo però le nature based solutions devono rispondere alle esigenze locali ed essere efficienti dal punto di vista delle risorse disponibili. La Commissione europea raccomanda agli Stati membri l’adozione e lo sviluppo di soluzioni ispirate alla natura per il potenziamento dell’urbanizzazione sostenibile, il ripristino degli ecosistemi degradati, lo sviluppo dell’adattamento e della mitigazione dei cambiamenti climatici, il miglioramento della gestione di diversi tipi di rischio.

Ultime Notizie

Quanto è green la spesa pubblica?
SPESA PUBBLICA
Quanto è green la spesa pubblica?

Presentati i dati dell’Osservatorio Appalti Verdi sul monitoraggio della spesa pubblica orientati ai criteri di sostenibilità. Qualche passo in avanti e tante difficoltà, in un...

Cerca nel sito