Chiudi
Cerca nel sito:

Come spiegare la sostenibilità ai bambini

Una nonna spiega la sostebnibilità alla giovane nipote
Condividi l'articolo

La sostenibilità è un tema tanto legato al tempo presente quanto a quello futuro. In un percorso educativo e formativo rivolto ai più piccoli, non è possibile trascurarla. Le nuove generazioni saranno protagoniste dei prossimi decenni e toccherà a loro difendere e tutelare il pianeta. Naturalmente, molto dipenderà da come lo riceveranno da noi, ma questo non significa che possano addossare tutte le colpe a chi li ha preceduti, rifiutandosi di fare la loro parte. Dobbiamo spiegare la sostenibilità ai più giovani, istruendoli su come debbano comportarsi

Può interessarti anche: “La febbre del pianeta raccontata ai ragazzi

Perché spiegare la sostenibilità?

Il concetto di sostenibilità gioca un ruolo fondamentale nella società attuale. Ci troviamo in un’epoca di passaggio, di transizione, com’è stata definita. Dobbiamo smettere di sfruttare le risorse energetiche e naturali come facciamo oggi e imparare a servircene in modo più gentile, senza impoverire e avvelenare il pianeta.

Per educare la prossima generazione è necessario spiegare la sostenibilità ai suoi membri già tra noi e a quelli che nasceranno in questi anni. È possibile (ri)costruire un pianeta migliore, ricco di foreste rigogliose, aria pulita e una florida biodiversità. Bisogna investire tempo se si vuole conseguire questo risultato. Insegniamo ai bambini i valori del rispetto e della responsabilità. Rendiamoli protagonisti attivi di un cambiamento del quale beneficeranno loro per primi e, in seconda battuta, i loro discendenti.

Gli abitanti del nostro tempo non sono certo stati dei virtuosi a questo riguardo, inquinando e devastando in lungo e in largo. Forse lo hanno fatto proprio a causa di una mancanza di educazione ecologica e ambientale quando erano più giovani. Possiamo sopperire a questa mancanza, e dobbiamo farlo se vogliamo darci una possibilità di salvezza. Oltre a ridurre il nostro impatto sull’ecosistema, assicuriamoci che anche quello di chi apprende da noi sia sostenibile.

Crescere come custodi dell’ambiente

Per spiegare la sostenibilità iniziamo dal condividere un concetto molto semplice: ciascuno di noi, indipendentemente dalla sua età, può e deve contribuire a preservare il prezioso equilibrio dell’ambiente che ci circonda. Il genere umano non ha alcun privilegio rispetto alle specie animali che popolano la Terra. Dobbiamo fare la nostra parte e gettare le basi per un futuro prospero per tutti gli inquilini della biosfera.

Una ragazza legge al tablet un articolo sulla tutela dell'ambiente. Spiegare la sostenibilità ai giovani è fondamentale.
Una ragazza approfondisce il tema della sostenibilità al tablet.

L’ambiente è la nostra casa e dobbiamo custodirla esattamente come facciamo con i nostri oggetti personali, con i capi di abbigliamento, i giocattoli, gli elettrodomestici, gli arredi e qualunque altra cosa possediamo. Quando insegniamo ai bambini a tenere in ordine le proprie cose, spieghiamo loro che devono tenere in ordine anche la natura, senza deturparla. Ogni piccolo gesto contribuisce a mantenere l’habitat che ci ospita sano e pulito. A raccogliere i rifiuti in terra si può imparare quando si impara a camminare.

I giovani sono parte attiva nella lotta al cambiamento climatico. Nelle manifestazioni contro il surriscaldamento globale vediamo abitualmente cortei di studenti e schiere di adolescenti. Quando agiamo da educatori dobbiamo unire le forze alle loro e diffondere il messaggio urlato in coro durante gli scioperi per il clima: non esiste un secondo pianeta. Dobbiamo tenerci questo e preservarlo al meglio.

Evitiamo lo spreco di risorse preziose

Per custodire la Terra è necessario usare con criterio le risorse che ci offre, in quanto sono limitate. Nello spiegare la sostenibilità alle nuove generazioni, insistiamo su questo punto. Acqua ed energia sono doni preziosi ricevuti dal pianeta, vanno gestiti con rispetto. Non sprechiamole, esattamente come evitiamo di fare con il cibo. Insegniamo ai ragazzi a spegnere le luci inutili, a non abusare dell’elettricità e a riutilizzare gli oggetti, piuttosto che gettarli. Facciamo inoltre loro capire che occorre essere parsimoniosi con l’acqua potabile.

Diamo per primi l’esempio, senza disperdere nulla di quel che il pianeta ci offre, e cresciamo i più piccoli rendendoli veri e propri ambasciatori del cambiamento. Un giovane ben educato si farà foriero di quanto sa con amici e conoscenti. Tutte le volte che spieghiamo la sostenibilità, creiamo persone sensibili a essa, le quali diffonderanno a loro volta il messaggio, all’interno di una rete virtuosa.

La scuola gioca un ruolo importante nella partita educativa e si pone come luogo d’elezione per stimolare i più giovani a sviluppare una sensibilità ambientale. Lo stesso Ministero dell’Istruzione e del Merito lo sottolinea con un approfondimento dedicato sul proprio sito. Com’è noto però, è l’ambito familiare il primo incubatore educativo e non possiamo chiedere agli insegnanti di fare i genitori.

Spiegare la sostenibilità in modo coinvolgente

Dopo aver evidenziato i motivi per i quali sia consigliabile spiegare la sostenibilità alle nuove generazioni, vediamo come farlo. Perché adolescenti e bambini crescano partecipi della protezione e salvaguardia del nostro pianeta dobbiamo rendere il tema coinvolgente e interessante alle loro orecchie, o otterremmo il risultato opposto. Save the Children ha messo assieme otto suggerimenti per affiancarci in questa delicata operazione.

Se metteremo in luce – e in pratica, per dare il proverbiale buon esempio – comportamenti e piccoli gesti necessari a contrastare il cambiamento climatico e garantire un futuro alla Terra, avremo colto nel segno. Alle spiegazioni orali su cosa sia la sostenibilità, poco interessanti per un bambino, alterniamo attività nelle quali possa essere protagonista. Separiamo assieme i rifiuti in casa, insegnando l’importanza della raccolta differenziata; incarichiamoli di raccogliere l’acqua piovana in secchi e bacinelle, perché apprendano quanto sia preziosa questa risorsa; facciamoci aiutare dai più piccoli a piantare un albero, o a coltivare un orto, se ne abbiamo la possibilità, così da istruirli sull’importanza del rispetto della terra.

Sono numerose le iniziative che si possono prendere in casa per aumentare la sensibilità delle generazioni del futuro e sono tutte lezioni per cui il pianeta ci ringrazierà. Spiegare la sostenibilità è parte dei doveri di un genitore o un educatore.

Può interessarti anche: ” 5 idee riciclo creativo: scopri come trasformare oggetti di uso quotidiano in pezzi unici

Condividi l'articolo
Mattia Mezzetti

Ultime Notizie

Quanto è green la spesa pubblica?
SPESA PUBBLICA
Quanto è green la spesa pubblica?

Presentati i dati dell’Osservatorio Appalti Verdi sul monitoraggio della spesa pubblica orientati ai criteri di sostenibilità. Qualche passo in avanti e tante difficoltà, in un...

Cerca nel sito