Chiudi
Cerca nel sito:

Riduzione rifiuti domestici: 7 consigli per un lifestyle eco-friendly

Scopri qui quali sono tutte le accortezze che possiamo avere ogni giorno per ridurre le quantità di rifiuti che produciamo all'interno della nostra casa.
Condividi l'articolo

Ridurre le quantità di rifiuti che produciamo quotidianamente nelle nostre case è un passo essenziale verso un mondo più pulito e meno inquinato possibile. Spesso non ce ne rendiamo conto, ma con le nostre attività quotidiane siamo in grado di dare vita a ingenti quantità di scarti destinati a finire nelle discariche, con un impatto estremamente negativo sull’ambiente.

Posto che arrivare all’obiettivo zero waste è tecnicamente impossibile, è pur sempre vero che nella vita di tutti i giorni possiamo mettere in pratica alcuni comportamenti utili a ridurre la quantità di spazzatura prodotta all’interno delle nostre abitazioni. Ecco dunque 7 consigli per un lifestyle eco-friendly.

1. Utilizza contenitori riutilizzabili

Una delle principali fonti di rifiuti è rappresentata dagli imballaggi monouso, particolarmente per quanto riguarda quelli in plastica (ma non solo). Ogni volta che ti rechi al supermercato cerca per quanto possibile di acquistare prodotti sfusi che non siano venduti in un packaging usa e getta. Investi in sacchetti di stoffa per fare acquisti, in borracce o ancora in contenitori per il cibo in vetro o acciaio che possano essere riutilizzati all’infinito.

2. Effettua il compostaggio dei rifiuti organici

Quali sono le cose a cui dobbiamo fare attenzione se vogliamo ridurre il numero di rifiuti che produciamo? Ecco la risposta a questa domanda.
Una discarica a cielo aperto

Gran parte dei rifiuti domestici proviene dagli scarti del cibo organico che consumiamo quotidianamente: pensiamo ad esempio alle bucce della frutta, al caffè uscito dalla moka o ai gusci delle uova. Piuttosto che essere gettati nella spazzatura, questi scarti possono rivelarsi molto utili se compostati. Il compostaggio è infatti un processo naturale che trasforma i rifiuti organici in un fertilizzante molto nutriente per il tuo giardino e le tue piante. In questo caso prenderai due piccioni con una fava, contribuendo a diminuire gli sprechi e, in parallelo, migliorando la qualità del suolo.

3. Ricicla in maniera attenta

In tanti sono convinti di riciclare nella maniera corretta, ma in molti ancora commettono diversi errori. Assicurati dunque di conoscere le regole di riciclaggio nella tua zona e di separare accuratamente i materiali riciclabili da quelli che non lo sono. Non rischiare di combinare guai mescolando materiali che non c’entrano nulla e poni sempre estrema attenzione ad una raccolta differenziata impeccabile.

4. Prima di comprare qualcosa, pensaci due volte

Senza il consumo eccessivo non ci saranno sprechi: è un concetto piuttosto intuitivo, giusto? Uno dei modi più semplici per ridurre i rifiuti è agire a monte, modificando il nostro approccio agli acquisti. Prima di acquistare qualsiasi cosa, assicurati di averne davvero bisogno: spesso, infatti, molte delle cose che accumuliamo in casa finiscono per diventare rifiuti non necessari. È sempre molto importante, in definitiva, effettuare acquisti consapevoli.

5. Prediligi il formato famiglia

In un’ottica di riduzione degli imballaggi che finiscono nelle discariche, è sempre preferibile evitare l’acquisto di confezioni monodose. Dove possibile (pensiamo ai prodotti a lunga conservazione, come per esempio la pasta) sarebbe buona norma prediligere grandi confezioni in formato famiglia (una scelta, che tra l’altro, permette spesso di risparmiare).

6. Riutilizza e ripara (dove possibile)

Ci sono tante piccole accortezze che possiamo avere nella vita di tutti i giorni per diminuire la quantità di rifiuti che produciamo: ecco quali.
Un autocarro colmo di rifiuti.

A volte tendiamo a buttare prodotti solo perché pensiamo che dopo essersi rotti siano irreparabili, ma non è sempre così. Se possibile fai un piccolo investimento e cerca qualcuno che ti possa aiutare a riparare oggetti che altrimenti avresti buttato. In alternativa, perché no, impara nuove competenze e dedicati alla riparazione fai-da-te degli oggetti rotti: a volte basta davvero poco, come un po’ di colla o ago e filo, per riportare in vita capi d’abbigliamento, giocattoli, utensili etc. Con questo approccio, eviterai di dover effettuare acquisti aggiuntivi.

7. Educa le persone intorno a te

Coinvolgere anche gli altri membri del proprio nucleo familiare (o la propria cerchia di amici) in questo processo è fondamentale per massimizzare i risultati. Educa i tuoi familiari o i tuoi coinquilini all’importanza della riduzione dei rifiuti domestici e condividi informazioni su come farlo in modo efficace. Incoraggia sempre tutti gli inquilini della casa dove vivi a seguire comportamenti corretti, iniziando in maniera graduale (per esempio invitando tutti a utilizzare contenitori riutilizzabili) e integra gradualmente queste pratiche nella routine quotidiana. Ricorda che la possibilità di avere futuro eco-sostenibile parte da piccoli gesti.

Condividi l'articolo
Alberto Muraro

Ultime Notizie

Quanto è green la spesa pubblica?
SPESA PUBBLICA
Quanto è green la spesa pubblica?

Presentati i dati dell’Osservatorio Appalti Verdi sul monitoraggio della spesa pubblica orientati ai criteri di sostenibilità. Qualche passo in avanti e tante difficoltà, in un...

Cerca nel sito