Chiudi
Cerca nel sito:

Come salvare le api: 10 azioni sostenibili

Ape si posa su dei fiori
Condividi l'articolo

I tassi di inquinamento sono in continuo aumento, e, negli anni, questo ha portato ad una drastica diminuzione della popolazione di api. Insetti temuti dai più, le api sono di estrema importanza per l’impollinazione delle specie vegetali del pianeta, e la loro estinzione porterebbe a conseguenze catastrofiche.

Le api giocano a livello naturale un ruolo molto più importante di quello che potremmo pensare: questo tipo di insetti, fonte di preoccupazione per molti ma invero del tutto innocui (se non per i soggetti allergici) sono responsabili di circa il 70% dell’impollinazione delle specie vegetali del pianeta Terra. Detto in altri termini, senza il lavoro quotidiano delle api non riusciremo a garantire almeno il 35% della produzione mondiale di cibo.

Magari potremmo dare per scontata la loro esistenza, ma la verità è che i tassi di inquinamento crescenti stanno mettendo seriamente a rischio l’incolumità di questo tipo di animali. Con un numero sempre più esiguo di api, come anticipato, non solo rischieremmo di mettere in pericolo la sicurezza alimentare di milioni di persone in giro per il mondo ma metteremmo a repentaglio anche la nostra economia, con un rischio di perdita di valore monetario di circa 260 miliardi di dollari.

Per fortuna, non è ancora tutto perduto. Ci sono infatti una serie di comportamenti virtuosi che possiamo mettere in pratica ogni giorno per salvaguardare le api: vediamo insieme qui di seguito quali.

Indice

Piantare fiori melliferi

Scopriamo insieme tutte le azioni sostenibili che possiamo portare a termine per salvaguardare il benessere delle nostre api.
Un’ape si posa su un fiore

Un modo semplice e piacevole per aiutare le api è piantare fiori e piante mellifere nel proprio giardino, balcone o comunità. Le api sono attratte da fiori come lavanda, girasoli, trifoglio, calendula, e salvia. Creare spazi verdi ricchi di biodiversità offre alle api fonti di nettare e polline, essenziali per la loro sopravvivenza.

Costruire un’arnia/giardino per api

Uno dei problemi principali che le api devono affrontare è legato alla mancanza di habitat sicuri e protetti, che gli esseri umani possono costruire loro anche all’interno dei propri giardini (con tutte le accortezze del caso, beninteso). Costruendo un giardino per le api è possibile creare un rifugio sicuro per loro con fiori ricchi di polline e nettare, scegliendo una varietà di forme, dimensioni, colori e periodi di fioritura. Non è in ogni caso necessario avere tantissimo spazio per coltivare piante amiche delle api, contrariamente a quello che si potrebbe pensare: i giardini possono essere realizzati in cortili, su davanzali, in vasi di fiori e inseriti nei giardini di ortaggi.

Se possibile è consigliabile piantare il più possibile piante autoctone locali, poiché molte specie di api si sono evolute per nutrirsi esclusivamente di fiori nativi e ne hanno bisogno per sopravvivere. Per il resto, una piccola arnia casalinga può essere facilmente installata a costi limitati: se la si vuole costruire da zero basterà vantare di un po’ di spirito pratico.

Evitare i prodotti chimici

Sempre meglio limitare l’uso di qualunque tipo di pesticidi ed erbicidi. I pesticidi sintetici, i fertilizzanti, gli erbicidi e i neonicotinoidi sono molto dannosi per le api, poiché sono in grado di causare gravi danni ai loro sistemi sensibili. Nel caso in cui si sentisse assolutamente la necessità di fare ricorso ad un pesticida, sarebbe meglio selezionare un prodotto organico mirato ed evitare sempre di applicare pesticidi quando i fiori sono in fiore o direttamente sul terreno.

Proteggere i nidi sottoterra

Una grossa fetta (circa il 70%) delle 20.000 specie di api nel mondo vive sottoterra, dove questi animali costruiscono i nidi e ospitano i loro piccoli, che passano l’inverno e emergono poi ogni primavera. Le api che nidificano nel terreno hanno bisogno di un suolo nudo, privo di pacciamatura, ben drenato e protetto in un’area soleggiata per creare e accedere ai loro nidi. Attenzione dunque a proteggere questi alveari lasciando intatta una sezione del giardino affinché le api possano nidificare al suo interno.

Dissetare le api

Le api lavorano sodo raccogliendo nettare e si dissetano molto. Per aiutarle cerchiamo di riempire un bagno per uccelli o una ciotola poco profonda con acqua pulita disponendo sassi e pietre al loro interno. Le api si poseranno sui sassi e sulle pietre per godersi una lunga e rinfrescante bevuta.

Piantare più alberi

Quando un albero fiorisce, offre centinaia (e a volte migliaia) di fiori da cui nutrirsi. Gli alberi sono dunque al contempo una grande fonte di cibo per le api e un habitat ideale. Le foglie e la resina degli alberi forniscono materiale per la nidificazione delle api, mentre le cavità naturali del legno offrono eccellenti rifugi. Piantare più alberi, ove possibile, contribuisce non solo a dare a questi animali un numero maggiore di luoghi di nidificazione, ma aiuta anche ad assorbire il carbonio e a rinfrescare la temperatura dell’aria.

Supportare la ricerca scientifica

Un’altra importante azione sostenibile consiste negli investimenti sulla ricerca scientifica, essenziali per comprendere meglio le api e sviluppare soluzioni per proteggerle. Supportare finanziariamente o attraverso il volontariato organizzazioni e istituti di ricerca dedicati alla conservazione delle api può fare una grande differenza.

Supportare gli allevatori locali

Gli apicoltori locali lavorano duramente per curare le loro api e per far prospetare la comunità locale. Il modo più semplice per mostrare il proprio apprezzamento è acquistare miele e prodotti di cera d’api prodotti localmente. Molti apicoltori utilizzano i prodotti dei loro alveari per creare saponi, lozioni o ancora candele di cera d’api. Il miele locale, inoltre, è un toccasana per la salute.

Sensibilizzare le nuove generazioni

Se si ha a cuore la salute delle api può rivelarsi molto utile anche trasferire la propria passione e le proprie competenze ad altri, soprattutto ai più giovani che avranno in mano le sorti del nostro pianeta. Se possibile sviluppiamo guide, lezioni e attività per coinvolgere bambini e ragazzi in questo importante processo green.

Creare giardini urbani

Scopriamo insieme i 10 consigli fondamentali per proteggere le api, il cui ruolo è molto più importante di quello che potremmo pensare.
Un’arnia di api

Quest’ultimo è più che altro un invito per le amministrazioni locali, che dovrebbero fare di tutto per preservare a loro volta gli habitat delle api a livello cittadino. Le città possono infatti essere trasformate in preziosi rifugi per le api attraverso la creazione di giardini urbani e tetti verdi. Questi spazi non solo abbelliscono l’ambiente urbano, ma forniscono altresì delle importanti risorse vitali per le api e altri impollinatori (compresi gli uccelli). Promuovere iniziative di giardinaggio comunitario e coinvolgere i policy maker del posto può essere un modo efficace per aumentare gli habitat urbani per le api.

Condividi l'articolo
Alberto Muraro

Ultime Notizie

Quanto è green la spesa pubblica?
SPESA PUBBLICA
Quanto è green la spesa pubblica?

Presentati i dati dell’Osservatorio Appalti Verdi sul monitoraggio della spesa pubblica orientati ai criteri di sostenibilità. Qualche passo in avanti e tante difficoltà, in un...

Cerca nel sito