Chiudi
Cerca nel sito:

Riciclo creativo dei pastelli a cera: 5 idee e suggerimenti

Pastelli
Condividi l'articolo

Chiunque, almeno una volta nella vita, avrà avuto il piacere di usare dei pastelli a cera: si tratta infatti di strumenti per colorare e disegnare molto comuni durante l’infanzia. Resistenti e durevoli, potrebbero facilmente essere rimasti chiusi in un astuccio conservato dentro ad un cassetto mai riaperto fin dai tempi dei lavoretti delle elementari, ma piuttosto che buttarli potremmo pensare di riutilizzarli in modi creativi. Ricordiamo infatti quanto sia importante l’arte del riciclo in un mondo che ha un disperato bisogno, oggi più che mai, di un’economia circolare. Ecco dunque qualche idea creativa in questo senso.

Indice

I vecchi pastelli a cera che usavamo da piccoli non andrebbero buttati, ma riutilizzati in modi creativi: ecco qualche consiglio utile.
Pastelli di diversi colori

1 . Creare nuovi pastelli dai colori diversi

Una delle informazioni che ci vengono trasmesse quando siamo piccoli è che alcuni colori, se mescolati nella maniera giusta, possono dare vita a nuove sfumature: è il caso del mix giallo e blu che genera il verde, o del blu e rosso che dà vita al colore viola.

Ecco dunque che il modo più semplice di riusare i vecchi pastelli è quelli di sfruttarli come base per nuovi colori. Qui di seguito gl step da seguire.

  • Raccogliamo e separiamo i vecchi pastelli suddividendoli per colore. Ricordiamoci anche di rimuovere eventuali etichette di carta ancora rimaste attaccate al prodotto;
  • Spezzettiamoli in pezzi più piccoli, a mano o con l’aiuto di un potente mixer e inseriamoli in stampini di silicone, meglio ancora se con forme divertenti (cuoricini, stelline etc);
  • Preriscaldiamo il forno a 150° e inseriamo i nostri stampini al suo interno. Lasciamoli dentro per circa 10 o 15 minuti, o almeno fino a che la cera non sarà completamente sciolta. Nell’attesa possiamo anche mescolare la cera fusa per dar vita alle nuove sfumature o creare pattern affascinanti;
  • Lasciamo raffreddare gli stampini e rimuoviamo i nuovi pastelli così creati.

2. Candele profumate

I pastelli a cera possono essere utilizzati per fare candele profumate, aggiungendo un tocco personale e colorato alla propria casa. Procediamo come indicato qui di seguito:

  1. Sciogliamo i pastelli: spezzetta i colori sciogliendoli a bagnomaria. Aggiungiamo un po’ di cera d’api o di soia per migliorare la consistenza;
  2. Aggiungiamo una profumazione: una volta sciolta la cera, aggiungi qualche goccia di olio essenziale del nostro profumo preferito, come per esempio quello di lavanda;
  3. Versiamo il tutto negli stampini: facciamo colare il composto in piccoli contenitori di vetro, ricordandoci di inserire uno stoppino nel centro.
  4. Lasciamo raffredare: lasciamo raffreddare completamente la cera prima di accendere la candela. Per velocizzare questo processo potremmo, se necessario, inserirla nel frigorifero o in freezer.

3. Pastelli per decorare casa

I pastelli a cera possono anche essere utilizzati per decorare oggetti di uso quotidiano, come per esempio tazze, piatti o bicchieri ai quali vogliamo dare un tocco di colore e originalità in più. Anche in questo caso il processo è molto semplice, vediamolo insieme.

  1. Scegliamo un oggetto da decorare e assicuriamo che sia pulito e soprattutto asciutto;
  2. Sciogliamo i pastelli come già descritto nei punti precedenti;
  3. Decoriamo il prodotto prescelto: usiamo un pennello o una pipetta per applicare la cera fusa sull’oggetto a mo’ di pittura, creando disegni e pattern colorati. In questa fase potremmo anche farci aiutare dai più piccoli;
  4. Lasciamo raffreddare completamente la cera e, se necessario, fissiamo la decorazione con un sigillante trasparente.

Si tratta di una tecnica perfetta per creare regali personalizzati o per dare un tocco di colore alla nostra casa. Ovviamente, per i più creativi, la stessa tecnica può essere usata anche per dipingere dei suggestivi quadri da appendere in casa. Liberate il vostro spirito artistico e non abbiate paura di sporcarvi le mani!

4. Pastelli per l’albero di Natale

Prima dell’arrivo del periodo più magico dell’anno possiamo pensare di usare i vecchi pastelli al posto delle classiche palline per il nostro abete di Natale casalingo. In questo caso abbiamo due opzioni: potremmo incollare un piccolo nastro/una cordicina con della colla forte direttamente al pastello integro, oppure potremmo discioglierlo, creare delle forme rotonde (o altre forme creative) e aggiungere un filo elastico per appenderli quando la cera è ancora disciolta. Non dimentichiamo anche in questo caso di coinvolgere i bambini, che si divertono moltissimo ad accompagnare gli adulti in questo tipo di attività.

5. Pastelli segnaposto

I pastelli a cera rimasti nel nostro cassetto fin dalle elementari possono essere riutilizzati in modi molto creativi: scopriamo quali.
Un bambino che disegna

Anche in quest’ultimo caso potremmo pensare di disciogliere i pastelli in forno o a bagnomaria, creare la forma che più preferiamo e posizionare il risultato della nostra creazione sulla nostra tavolata imbandita di leccornie. Per un tocco di originalità in più potremmo anche pensare di posizionare un foglietto di carta con il nome del nostro ospite al di sopra della forma di cera quando quest’ultima è ancora sciolta. Non dovremmo avere paura di sperimentare in questo senso: nulla ci vieta per esempio di decorare i nostri segnaposto con brillantini o altri elementi che li rendano unici e divertenti. Via libera all’immaginazione!

Condividi l'articolo
Alberto Muraro

Ultime Notizie

Quanto è green la spesa pubblica?
SPESA PUBBLICA
Quanto è green la spesa pubblica?

Presentati i dati dell’Osservatorio Appalti Verdi sul monitoraggio della spesa pubblica orientati ai criteri di sostenibilità. Qualche passo in avanti e tante difficoltà, in un...

Cerca nel sito